Come utilizzare le candele Heikin Ashi



Quando si comincia a fare trading, solitamente si parte osservando i grafici con le classiche candele giapponesi. Ma esistono anche altre forme di rappresentazione dell'andamento dei prezzi, tra le quali spicca quella con le candele HEIKIN ASHI.

Queste ultime sono una versione "modificata" delle classiche candlestick, ed hanno lo scopo di eliminare i "rumori" di fondo del mercato, ossia le distorsioni provocate da quelle modifiche di brevissimo periodo che dal punto operativo sono fastidiose per i trader, giacché possono generare dei falsi segnali.

Queste distorsioni sono uno dei limiti delle classiche candele giapponesi, mentre nelle candele Haikin Ashi vengono notevolmente depurate. Per questo motivo molti trader professionisti utilizzano questa versione di candele.


Letteralmente, Heikin-Ashi significa "media della barra". Questo nome si spiega meglio vedendo come si arriva alla rappresentazione grafica di una candela Heikin Ashi, ossia come vengono calcolati MASSIMO, MINIMO, APERTURA E CHIUSURA di ogni candela.




CALCOLO:

1) L'apertura della candela corrisponde alla media del body (corpo) della candela precedente AperturaHA = (AperturaHA[1] + ChiusuraHA[1]) / 2. 2) La chiusura della candela è una sorta di media della candela corrente. ChiusuraHA = (Apertura + Massimo + Minimo + Chiusura) / 4. 3) Il massimo è dato dal valore più alto tra il massimo della candela corrente, l’apertura e la chiusura sempre della candela corrente (calcolata con il metodo visto ai punti 1 e 2). MassimoHA = Max (Massimo, AperturaHA, ChiusuraHA). 4) Il minimo della HA è il valore più basso tra il minimo della candela corrente, l’apertura e la chiusura sempre della candela corrente, calcolata con il metodo visto ai punti 1 e 2). MinimoHA = Min (Minimo, AperturaHA, ChiusuraHA).


Esattamente come accade per le candele classiche candlestick , anche le Heikin Ashi sono rappresentate in verde in caso di tendenza positiva e in rosso in caso siano ribassiste.


Come abbiamo detto all'inizio, l'utilizzo di un grafico Heikin Ashi modifica sensibilmente l'aspetto di un grafico, rendendolo più STABILE e FLUIDO. E questo significa anche più facile da "leggere".

Ma la cosa più importante è che riduce notevolmente i falsi segnali che invece sono più frequenti nel candlestick classico.

Del resto questo strumento è volutamente prudente, cioè suggerisce possibili entrate a mercato solo in presenza di indicazioni forti.

E' chiaro che il "prezzo" da pagare per avere dei segnali filtrati e puliti, è una minore tempestività del segnale stesso e un incremento del livello di stoploss da sopportare.


Dal punto di vista operativo non vi è differenza dall'utilizzo delle candele giapponesi. Possiamo usare gli stessi indicatori che utilizziamo con le candlestick, e fare gli stessi ragionamenti.